Sale sì, sale NO, ma qual’è la verità? Parte2

Ci siamo lasciati con un concetto che credo adesso dovrebbe esserti Chiaro:

Non esiste un addolcitore senza sale

Detto questo, adesso andiamo a vedere due cose importanti sempre rispetto a questo tipo di trattamento per il calcare:

  • Quale tipo di Sale si può usare 
  • Quanto Sale consuma l’addolcitore

 

Partiamo dal primo punto:

 

Che Sale uso?

 

Potrebbe sembrare strano farsi questa domanda, in fin dei conti il sale è sale.

Non è esattamente così… per chè generalmente ci sono TRE tipi di sale che puoi usare per l’addolcitore.

  • Sale Roccioso
  • Sale Solare
  • Sale Volatilizzato

Sale Roccioso

Questo si trova in natura nel terreno sotto forma di minerale.
Si estrae con i tradizionali metodi dalle miniere e contiene fra il 98 ed il 99% per cento di Cloruro di Sodio e ha un livello di insolubilità in acqua di circa 0,5-1,5%, dal momento che consiste principalmente in Solfato di Calcio, il suo componente più importante.

Questo tipèo di Sale contiene molto materiale non solubile in acqua, quindi  se si usa questo tipo di sale… il serbatoi della salamoia deve essere pulito molto più regolarmente… e frequentemente.

Il Sale Roccioso è piu’ economico rispetto al Sale Solare ed al Sale Volatilizzato, ma la pulizia del serbatoio della salamoia richiederà molto più tempo ed energia.

Sale Solare

Questo tipo di Sale si ottiene come prodotto naturale attraverso l’evaporazione dell’acqua di mare. Contiene l’85% di Cloruro di Sodio ed ha un livello di insolubilità in acqua inferiore allo 0,03%.
Venduto solitamente in forma cristallina e a volte sotto forma di pellet. Il Sale Solare contiene una quantità un po’ maggiore di materiale insolubile in acqua.

 

Sale Volatilizzato

Questo è ottenuto dai giacimenti sotterranei di sale, in forma dissolta. L’umidità evapora grazie all’energia proveniente da gas naturale o da carbone. Il sale volatilizzato ha un
contenuto di Cloruro di Sodio compresa tra 99,6 e 99,99%.

Adesso, a prima vista potrebbe sembra che uno valga l’altro, ma ci sono delle cose da tenere in considerazione.

 

Come detto, a seconda del tipo di sale metti nel tuo tino della salamoia, dovrai fare più o meno manutenzione… ho detto PIU’ o MENO.. ma mai NESSUNA manutenzione.

 

Mettiti in testa che il tino della salamoia va PULITO

 

Di seguito ti metto un paio di immagini… Come NON deve ESSERE

 

 

 

 

 

 

 

 

Ecco… semplicemente queste cose NON devono succedere, ne va della TUA salute e della Potabilità dell’acqua di casa tua… come puoi ben immaginare!!!

Altra cosa a cui devi porre attenzione è che alcuni addolcitori vogliono un tipo di SALE SPECIFICO, che è segnato nel manuale di manutenzione, se ne usi uno diverso, molto probabilmente lavorerà in modo improprio.

 

Insomma, il prezzo non è assolutamente l’unica cosa a cui devi porre attenzione e soprattutto è sconsigliato mescolare tipi di Sale diversi tra loro… nel caso è meglio svuotare il serbatoio da un tipo e ricaricarlo con l’altro!

 

La cosa veramente ESSENZIALE  di cui non ti devi MAI scordare è che non devi mai e poi mai lasciare il serbatoio della salamoia al di sotto del MINIMO!

 

Adesso andiamo a vedere

QUANTO SALE ti servirà per addolcice la tua acqua

 

Qui il discorso si complica un po’ perchè è essenzia le sapere da che durezza si parte per poi addolcire l’acqua.

Va da sé che se la durezza di partenza è più alta, maggiore sarà il consumo del Sale.

Altro dato essenzia le da sapere è a quale durezza verrà poi impostato la’ddolcitore…

 

Quindi:

  • Qula’è il Punto di partenza? (durezza acqua in entrata)
  • Qual’è il Punto di arrivo? (Durezza dell’acqua in uscita)

 

Per comodità didattica diciamo però che un addolcitore consuma mediamente fra i 100 ed i 150 gr di Sale ogni LITRO di RESINA

Ponendo il caso più consueto, cioà che il tuo addolcitore sia da 15 LITRI di Resina e mettendoci nella media del consumo avremo

125gr x 15Lt = 1,875 Kg di CONSUMO di sale OGNI RIGENERAZIONE

 

L’addolcitore “dovrebbe” fare una rigenerazione al massimo ogni 4 Giorni, di conseguenza sono 91,25 rigenerazioni all’anno che ci porta ad un calcolo spannometrico di

171,093 KG /ANNO di sale:

 

365/4 = 91,25 Rigenerazioni

91,25 rigenerazioni x 1,875 Kg = 171 Kg circa di Sale Anno

 

Questa operazione è puramente a “spanne”, perché come dicevo è il calcolo fatto partendo da una durezza media ed arrivando ad una durezza di 15°f

Naturalemente se parti da 45°f e la porti a 6°f – 10°f come viene solitamente fatto… fai tu i tuoi conti…

Se hai un addolcitore più grande di 15Lt di resina… fai tu i tuoi conti…

 

La mia intenzione era quella di farti capire QUANTO sale dovrai comprare, caricare, scaricare dal momento esatto in cui il tuo addolcitore entrerà in funzione.

 

Come ci siamo detti più volteb un Addolcitore a Sale senza Sale… NON ESISTE…

 

Esiste però una soluzione DIVERSA, che non ha bisogno di Sale, né di Riscaqui…

Si chiama POSEIDON …. e se sei interessato sei esattamente dove dovresti essere!!!

 

Anche per oggi ti ho detto tutto…

Nel prossimo Articolo andiamoa d analizzare Quanta ACQUA viene usata… ma come si dice…

Questa è un’altra Storia!

 

Se vuoi che ti accompagni per mano nel risolvere per sempre il problema del calcare,
dopo aver scaricato il Report, mi scrivi su WhatsApp cliccando sul pulsantino in basso a destra (tipo quello che vedi qui sotto nell’immagine) e insieme vedremo SE e COME posso aiutarti ad eliminare il calcare, compreso liberare i tuoi tubi dalla vecchia incrostazione.

 

Non ci sono altre vie.

 

 

Scarica gratuitamente…
“Tutta La Verità Sul Calcare”
clicca qui

Tutta_la_verita_parte1

Un saluto…

Save Your Mind, Luigi Colaiacovo

Sale sì, sale NO, ma qual’è la verità? Parte2
Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Vuoi Sapere Tutto Sul Calcare?

SCARICA GRATUITAMENTE
TUTTA LA VERITA' SUL CALCARE

Tutto Quello che non Vogliono Farti Conoscere sul Trattamento dell'ACQUA
Powered by Autience